mercoledì 20 febbraio 2013

God Save the Italian language

PAPABILE è un termine utilizzato dai vaticanisti per designare i cardinali che hanno più probabilità d'essere eletti papa in un conclave. Per estensione, chiunque abbia delle buone possibilità di essere scelto per ricoprire un incarico o eletto per una carica o per rivestire un ruolo.

Quante cose, forse troppe, molto spesso ci sembrano ovvie. Ascoltavo questa parola da anni ma solo adesso ho capito che non ho mai conosciuto il suo vero significato, ne tanto meno la collegavo ad un contesto che da giorni riempe telegiornali e carta stampata. Studiando lingue, mi trovo periodicamente al cospetto di parole nuove. Per poterle decifrare ho due opzioni: 1. uso di dizionari   2. risalire al significato originario della parola.
Entrambe le soluzioni non si escludono a vicenda. Da poco tempo però ho imparato ad apprezzare di più la mia lingua, che senza dubbio è la più ricca di tradizione e di fascino tra tutte quelle che ho ascoltato e studiato finora. Troppe volte umiliata, ha resistito a cambiamenti epocali preservando la sua originaria vena artistica.
Ha un solo difetto. Non esige il rispetto che merita dai i suoi parlanti !! 

Nessun commento:

Posta un commento