mercoledì 6 marzo 2013

#12#

Quant' è salata la lacrima che solca il mio viso
scivola, nessun ostacolo può fermarla
come un gigante in un prato di camelie che avanza petto in fuori e sguardo fiero
pochi mattoni ci dividono eppure due mondi cosi distanti
tu in perpetuo movimento,
io immobile.

Nessun commento:

Posta un commento